Il POST di Ines Libondi
PDF Stampa E-mail
Giovedì 14 Gennaio 2021 21:21

Renzi “rompe” e apre la crisi. Conte resiste e chiama i <costruttori>

 

 

di Elisabetta Regina

 

 

 

Risultato immagine per foto conteLa sbruffonaggine dell’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi si rivela ancora una volta senza fondo e la sua una faccia di durissimo bronzo. Pur di stare a galla sulla scena politica, per farsi una pubblicità fine a se stessa, si spinge a provocare una crisi di governo, in un momento difficilissimo per tutti. Proprio quando tutto marcia nel miglior modo possibile, data la situazione di rischio per la salute di tutti; mentre in tutta Europa vanno in lockdown per settimane (meglio tardi che mai) e in Inghilterra si va al ritmo di 1600 morti al giorno (da noi 500, in tutto circa 80mila), il “bomba” Renzi sceglie proprio questo momento critico per mettersi in mostra, ritirando due ministre (mute) dall’esecutivo e un sottosegretario inesistente, mandando così in crisi il governo del troppo bravo, per lui, Giuseppe Conte. Niente di nuovo. E’ cresciuto politicamente senza qualità, nella politica dei faccendieri, bottegaio per eccellenza da vero fiorentino, ma facendo sgambetti a destra e a manca (fin da piccolo) ed è andato avanti, grazie a selfie, social e amici ricchi finanzieri, fino a perdere il potere per eccesso di ingordigia. Ora, da ex di tutto (ma costantemente a caccia di soldi per sé e per i suoi), mantenuto per sbaglio il seggio di senatore, con un risicato 2% di forza elettorale, ripropone il solito sgambetto da Pierino dispettoso per tornare al centro della scena, farsi vedere dai suoi sodali come “uno che può” tutto, anche la schifezza di bloccare il Paese e tutti i provvedimenti a favore della gente più debole (ristoratori compresi) facendo le scarpe a chi sta lavorando per il bene comune. Il piagnisteo è, in sostanza: il presidente del Consiglio non mi dà retta. Senza che nessuno osi chiedergli mai: ma perché dovrebbero dargli retta? Non sarà che spara richieste di interesse personale o di poche elités o, peggio, dannose per il Paese tutto?

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Mercoledì 13 Gennaio 2021 15:08

<E’ un violento>, Trump fuori pure dai social. E ora fa l’agnellino

 

 

di Ch.Ci.

 

 

 

Risultato immagine per foto trumpSarebbe stato meglio arrestarlo senza troppi riguardi. Ma tant’è. Mercoledì la Camera dei Rappresentanti del Congresso Usa, a maggioranza democratica, voterà per l’impeachment del presidente (ancora per pochi giorni) perdente Donald Trump. Scontato il voto a favore per la messa sotto accusa di un inaffidabile, debole di mente, ma furbissimo, capo della Casa Bianca. Trump ha dimostrato di essere un vero pericolo per gli Stati Uniti e per il mondo intero, è il succo della richiesta di impeachment, che, però, seguirà il suo corso, con il passaggio al Senato, soltanto dopo che si sarà insediato il nuovo presidente eletto Joe Biden, il 20 gennaio prossimo. E allora è il momento per The Donald, che al giuramento del nuovo Presidente non andrà, di fare l’agnellino per correre ai ripari, ora che vede un futuro alquanto incerto, vuoi per l’impeachment vuoi per i procuratori del fisco che lo aspettano sul piede di guerra per vederlo in Tribunale appena tornerà un privato cittadino, si dà da fare per calmare le acque intorno a sé. Troppo tardi. Anche se soltanto dopo la sua decadenza da presidente, l’impeachment passerà. Se non verrà trascinato in Tribunale da privato cittadino con le stesse accuse, subito dopo l’uscita dalla Casa Bianca. Nemmeno il tentativo di “scappare” in Scozia, nel suo resort da miliardari, gli è riuscito. La richiesta di atterrare del suo aereo militare proprio il giorno prima il giuramento di Biden è stata respinta senza pietà dalle autorità di Edimburgo: <causa pandemia>.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Giovedì 07 Gennaio 2021 09:49

Trump istiga ad assaltare il Congresso. Che si aspetta ad arrestarlo?

 

 

 


Jake Angeli | chi è lo “sciamano” italo-americano vestito da vichingo che  ha guidato l'assalto al Congresso UsaIl 2021 si presenta come il più allarmante per lo sfregio alla democrazia Usa da parte del presidente uscente Donald Trump. Attaccato come non mai alla sua poltrona, pur di non riconoscere la vittoria legale e democratica, certificata da tutti i Tribunali, del democratico Joe Biden, il Donald “belli capelli” come un qualsiasi dittatore di una Repubblica Centro Africana di tempi passati ha aizzato i suoi sostenitori-delinquenti armati a occupare il Parlamento. Così è stato, in un inaudito attacco alle istituzioni democratiche. Che sia Trump l’istigatore lo ha dichiarato lo stesso capo del Partito repubblicano Usa, Mc Carthy. <Trump ha favorito questo. Quello che accade non è americano>. E mentre i manifestanti si scontravano con la polizia di Capitol Hill, invadendo le aule parlamentari e costringendo deputati e senatori messi in salvo dalla polizia, a fuggire, lui, quello che è stato il presidente della cosiddetta più grande democrazia del mondo (sic!), l’anti democratico ed eversivo Donald Trump, tace, probabilmente soddisfatto. E parliamo proprio dello stesso rappresentante ultimo delle istituzioni democratiche Usa. Se fosse successo nel socialista Venezuela di Maduro, l’arci nemico Usa, attaccato dalla Cia e dalla stessa Casa Bianca come un dittatore, Trump avrebbe mandato i Marines per abbatterlo ( e papparsi il petrolio venezuelano). Che si aspetta ora ad arrestare Trump?

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Venerdì 01 Gennaio 2021 00:22

Conte resiste, felice 2021 e..buon vaccino a tutti per uscire dal buio

 

 


di Elisabetta Regina

 

 


Vaccino Covid al via: i primi tre vaccinati allo Spallanzani. Conte: «Oggi  l'Italia siIl panettone, come previsto, l’ha mangiato. Il suo governo ha superato anche lo scoglio della manovra da 40 miliardi con aiuti concreti a famiglie, imprese, giovani,, approvata da tutta la maggioranza. Ora Giuseppe Conte, il presidente del Consiglio più affidabile e indipendente mai avuto dal dopoguerra ad oggi (anche il mitico De Gasperi rappresentava per lo più gli interessi degli usa vincitori e pagatori e della sua Democrazia Cristiana) deve però continuare ad affrontare gli sgambetti degli stessi partiti che lo sostengono in Parlamento, 5Stelle e Leu a parte. Il Pd di Zingaretti invoca rilanci dell’azione di governo come se non avesse tanti ministri proprio in questo stesso governo, invidioso della popolarità del presidente del Consiglio e della sua serietà, oltreché pazienza certosina. Il timore che rubi la scena allo stesso Pd o che possa diventare il leader del partito scalzando lo stesso Zingaretti in eventuali elezioni prossime o nel 2023, è sempre presente in un Partito Democratico sempre più “liquido”. La spina nel fianco resta, tuttavia, l’Italia Viva di Matteo Renzi, il noto sparaballe e dedito al ricatto politico ex presidente del Consiglio e leader politico che rappresenta sì e no il 2 per cento degli elettori.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Domenica 27 Dicembre 2020 11:38

“V day” in tutta Europa: tra squilli di trombe via alle vaccinazioni

 

 


di Rocky

 


Il vaccino arrivato allo Spallanzani di Roma, domenica 27 il Vax dayE’ il gran giorno del vaccino anticovid. In tutta Europa, all’unisono, si inizieranno con squillo di trombe e riprese tv da grandi eventi le vaccinazioni con il siero della casa farmaceutica statunitense Pfitzer in associazione con la tedesca Biontech (fondata da immigrati turchi). In una bolgia di telecamere e fotografi, con le celle frigorifere contenenti le boccette di siero antivirus portate quasi in trionfo dai medici, in Italia sono già arrivate diecimila dosi, dei quasi due milioni che arriveranno entro la fine di Gennaio 2021, scortate e custodite come armi militari segrete e la prima a riceverne una sarà un’infermiera dell’ospedale Spallanzani di Roma, nemmeno a dirlo. In fondo quel centro specializzato in malattie infettive è eccellenza europea ed è stato lì che è stato isolato il coronavirus in Italia dopo il ricovero di due turisti cinesi. Poi, via via, saranno vaccinati medici, infermieri, ultra ottantenni delle case di riposo, i malati a rischio. Le persone tra i 50 e i 70 anni ancora in buona salute hanno ancora da aspettare. E tanto,  La faccenda sarà lunga. C’è poco da festeggiare.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Domenica 27 Dicembre 2020 11:32

Natale in “rosso”, <controlli a tappeto forze dell’Ordine>. Ma dove?

 


di Gi.Pe.

 


Roma e il Natale in lockdown: città vuota e lunare tra controlli e  iniziative di solidarietàStiamo vivendo un Natale “ritirato”, dominato dalla paura del contagio e ben regolato da norme per evitare il dilagare ancora di più di una pandemia da covid 19, un virus cattivissimo che ha fatto sinora oltre settantamila morti e lascia anche nei cosiddetti guariti, gravi menomazioni nell’organismo. Per arginare i contagi che vanno avanti al ritmo di migliaia al giorno, con le terapie intensive degli ospedali ancora troppo piene, il governo italiano, al pari di tutti i governi del mondo (in realtà anticipando tutti i governi del mondo) ha disposto una sorta di lockdown per le festività natalizie chiudendo quasi tutto e qualificando tutto il Paese come zona rossa. Per legge tutti dovrebbero stare chiusi in casa, limitando i propri spostamenti alla spesa e ad altre necessità (le sigarette, i giornali, una passeggiatina, andare a trovare la mamma sola o a Messa), salvo alcune deroghe per i giorni del Santo Natale, come ad esempio andare in visita augurale ad amici e parenti, anche fuori città, nella stessa regione, ma non verso i capoluoghi, purché due persone al massimo. Controlli severissimi sono stati annunciati dal ministero dell’Interno che ha schierato <settantamila uomini> per fare controlli severi di rispetto delle norme antiassembramento. Abbiamo verificato, con risultati sconcertanti.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Domenica 27 Dicembre 2020 11:26

Favole e giochi in streaming, regalo per i bimbi dai 5 anni in su

 

 

 

 


Andersen - La regina delle neviLo spettacolo La regina delle nevi, tratto dalla favola di Andersen e Schwarz, sarà allestito domenica 27 dicembre alle ore 16.30 in diretta sulla piattaforma virtuale Zoom. Lapièce è diretta da Valeria Freiberg e vede sulla scena virtuale gli attori e i musicisti della Compagnia Teatro A. <Un regalo per i bambini, dai 5 anni in su, durante le feste natalizie che l'Associazione Ariadne-TeatroA vuole donare ai piccoli in questo momento di difficoltà per il teatro italiano>.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Sabato 12 Dicembre 2020 18:23

Ue, sì unanime al recovery plan. Così Conte “mangerà il panettone”

 

 


di Elisabetta Regina

 

 


Migranti, Conte a Bruxelles: "Cambiamento sarà radicale" - Corriere.itE’ andata anche questa volta e anche questa volta le opposizioni, che spargevano in giro pessimismo sulla reale  concretezza del recovery fund approvato a luglio scorso, sono state smentite. Il governo italiano, guidato da Giuseppe Conte, ha ottenuto l’accordo al Consiglio europeo per sbloccare i 209 miliardi (su un bilancio di 1.300 miliardi Ue) di aiuti per la crisi economica causata dal Covid. I veti di Polonia e Ungheria sono stati superati, come ben prevedibile, visto che anche loro beneficeranno dei fondi e in caso di mancata approvazione del bilancio straordinario per aiutare i Paesi europei in crisi profonda (Germania compresa) i cosiddetti “sovranisti”, con leggi inopportunamente autoritarie per il consesso Ue, avrebbero perso finanziamenti di cui hanno, come tutti, un gran bisogno. I loro popoli non avrebbero capito questa mossa insensata e così anche i Parlamenti nazionali, cui spetta ora l’approvazione definitiva, diranno molto probabilmente sì.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Venerdì 11 Dicembre 2020 12:11

Addio Paolo Rossi, indimenticabile eroe italiano del calcio mondiale

 

 

 

 


Morto Paolo Rossi, le immagini più belle di Pablito - Cronaca -  quotidiano.netDopo una breve ma devastante malattia, addio a Paolo Rossi, indimenticabile eroe dei Mondiali dell’82, che portò la Nazionale a diventare campione del mondo, quando il pallone d’oro italiano sconfisse il Brasile di Falcao e Zico con una tripletta spettacolare, tre gol che, rivedendoli, non hanno nulla da invidiare a celebrati campioni argentini o brasiliani. Aveva 64 anni ed era nato a Vicenza, dove aveva cominciato a giocare nel Lanerossi dell’azienda di Valdagno, ai tempi in cui era ancora una squadra da serie A, per passare poi alla Juventus, dove restava, anche dopo l’uscita di scena per atavici problemi alle ginocchia, amatissimo centrocampista. Nella città veneta, sabato si terranno solenni funerali nella Cattedrale per quello che di Vicenza era diventato cittadino onorario.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Mercoledì 09 Dicembre 2020 18:09

Docu-teatro ai tempi del covid, storie e ritratti delle corsie ospedaliere

 

 


 

http://mail.infamigliaweb.it/?_task=mail&_framed=1&_action=get&_mbox=INBOX&_uid=417&_part=5&_extwin=1&_mimewarning=1&_embed=1Corti di teatro documentaristico per dar voce agli operatori del sistema sanitario impegnati nell’emergenza legata al Covid-19. È il nuovo progetto a cura di Valeria Freiberg e Compagnia Teatro A, prodotto dall’Associazione Ariadne, che si intitola «(Senza nome) / testualmente “Le voci, le storie, i ritratti delle corsie ospedaliere al tempo del Covid”».

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Mercoledì 09 Dicembre 2020 18:14

Festival del cinema sociale: ecco i premiati

 

 

 

 

 

http://mail.infamigliaweb.it/?_task=mail&_framed=1&_action=get&_mbox=INBOX&_uid=417&_part=3&_extwin=1&_mimewarning=1&_embed=1

 

L’evento è stato condotto da Pino Strabioli, che durante la serata si è collegato in video con i vincitori e con i molteplici ospiti, tra cui:Christopher Lambert, Nancy Brilli, Giampiero Ingrassia, Giorgio Borghetti, Francesca Rettondini, Gaia De Laurentiis, Eleonora Ivone, Massimiliano Varrese e Rosalia Porcaro.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 109