Il POST di Ines Libondi
PDF Stampa E-mail
Martedì 18 Gennaio 2022 20:53

Djokovic a casa, niente Open. Alla fine l’Australia l’ha espulso

 

 

 

 

 


Australian Open, Il Ministro dell'Immigrazione cancella il visto a Novak  Djokovic: ecco il comunicato ufficiale - EurosportIl governo australiano alla fine ha salvato la faccia e ha rimandato a casa, in Serbia,  il divo del tennis mondiale e no-vax Novak DjoKovic che aveva imbrogliato le carte sanitarie per entrare in Australia e partecipare agli Australian Open valevoli per il grande slam che sperava di conquistare dopo aver vinto tutti i tornei internazionali. La vicenda è spiegata nell’articolo precedente. Qui vale soltanto registrare la soddisfazione dei comuni mortali che per entrare in quel Continente devono osservare regole anticovid rigidissime, essere vaccinati e osservare quarantene rigorose in caso di precedenti positività. Per non dire quelle sull’immigrazione clandestina. Lui, il tennista miliardario, pensava di poter entrare nel Paese senza un visto valido e dopo aver reso dichiarazioni false sul suo stato sanitario in relazione al covid, come da lui stesso ammesso.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Lunedì 17 Gennaio 2022 18:59

Dal Libero Teatro vite di “Ginius”

 

 

 

 

 


vite di ginius 6.jpgIl 17 Gennaio 2022, alla Sala Umberto di Roma, va in scena Max Mazzotta, fondatore e direttore artistico di Libero Teatro, da vent’anni attivo in Calabria con progetti nati in sinergia con l’Università della Calabria, per cui cura laboratori teatrali in collaborazione con il dipartimento di studi umanistici dell’ateneo e allievo di un mostro sacro del teatro come Giorgio Strehler, con il quale ha lavorato all’interno delle sue ultime produzioni. “Vite di Ginius” è il suo primo monologo scritto, diretto e interpretato per Libero Teatro.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Lunedì 17 Gennaio 2022 18:53

Quirinale, candidato il pregiudicato Berlusconi. Ma che bel Paese

 

 


In.We.

 

 


Parlamento Ue, Berlusconi si addormenta in AulaIl voto per il nuovo inqilino del Colle più alto d’Italia, il Quirinale, comincerà il 24 Gennaio prossimo. Gli scrutini saranno un massimo di quattro, in caso non si riesca ad eleggere il sostituto di Sergio Mattarella alla prima votazione, si andrà avanti fino alla quarta, quando la maggioranza richiesta sarà semplice, cioè la metà più uno degli elettori, circa mille tra deputati e senatori, più 58 delegati regionali. Il Centro Destra della politica italiana ha candidato Silvio Berlusconi, un pregiudicato che ha anche scontato un anno di prigione (sia pure ai servizi sociali) per il reato gravissimo di frode fiscale per 368 milioni di euro di diritti Mediaset, ladro di soldi pubblici, scampato per prescrizione alle condanne per corruzione giudiziaria, compravendita di senatori, finanziamenti illeciti ai partiti e alla mafia, a diventare presidente della Repubblica. E cercano pure il modo di eleggerlo davvero. E a parte i 5Stelle (Conte: <una candidatura irricevibile>) da parte del resto dei partiti nessuna decisa levata di scudi, anzi. Enrico Letta, il leader del Pd,  osa anche affermare che si tratta di una candidatura legittima. Peccato che il boss della mafia Riina sia morto, altrimenti non avrebbero battuto ciglio se si fosse candidato lui. Ma che bel Paese è questa Italia. Dove non c’è limite alla vergogna.

 
PDF Stampa E-mail
Mercoledì 12 Gennaio 2022 18:34

Libertà e solitudine, la condizione umana di Camus sul palcoscenico

 

 


 

 

Caligola_assolo_1_ 20-22 gennaio_fortezza_est.jpegIn scena dal 20 al 22 gennaio a Fortezza Est CALIGOLA-Assolo.1 di e con Bernardo Casertano, lavoro che celebra l’eroicità dell’uomo malgrado la sua condizione. <Un inno alla “spaventosa libertà” che si raggiunge prendendo coscienza della“solitudine”>. Caligola-Assolo.1 è il completamento di un processo lavorativo iniziato con “Assolo di un ipotetico studio su Caligola”,grazie ad una residenza artistica presso Teatro Akropolis di Genova e proseguita all’Ex Asilo Filangieri di Napoli. Questa parte del lavoro si completa grazie ad una produzione del Teatro del Lemming di Rovigo.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Mercoledì 12 Gennaio 2022 18:31

Djokovic: ho detto il falso sul mio covid. Si spera nell’espulsione

 

 

 


di Rocky


 


La conferma: Djokovic ha partecipato a eventi pubblici mentre era positivo  al COVID-19E’ talmente impertinente che mezzo mondo sta tifando per la sua espulsione dall’Australia. A tenere con il fiato sospeso avversari e semplici difensori della legge e dei diritti umani uguali per tutti è il tennista più titolato del mondo, il serbo Novak Djokovic che con evidente sbruffonaggine tenta di imporre la sua figura di superuomo miliardario, avido di intascare altri guadagni dalle borse milionarie dei tornei di tennis più lucrosi, al di sopra di leggi e regolamenti sanitari anti covid pretendendo di andare a giocare e magari vincere il grande slam di tennis agli Australian Open del prossimo 20 gennaio. Mentre migliaia di immigrati richiedenti asilo, poveri e derelitti, ma senza visto, vengono tenuti prigionieri per mesi nelle baraccopoli dalle rigorose autorità australiane, il governo di Canberra perde tempo a contrastare la bufera creata da questo tennista che invoca la sua libertà di malato, di contagiato e contagioso potenziale del virus più pericoloso al momento circolante in tutto il mondo, che pretende di girare liberamente nel Paese con restrizioni sanitarie anti covid durissime per gli stranieri (gli altri, secondo lui) in arrivo.  Tranne per uno?

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 262