PDF Stampa E-mail
Martedì 07 Aprile 2020 08:42

Dalle banche pioggia di miliardi alle imprese, garantisce lo Stato

 

 


di Giacinta Pezzana

 

 


Conferenza stampa Conte 6 aprile 2020 streaming diretta video live ...<Un intervento enorme mai visto nella Storia d’Italia> per dare liquidità in questa emergenza a piccole e grandi imprese bloccate dal contagio e garantire gli stipendi ai lavoratori. Così Giuseppe Conte, il presidente del governo Pd-M5S-Sinistra, ha definito il decreto appena firmato. E sarà difficile smentirlo. Si tratta di ben quattrocento miliardi distribuiti dalle banche alle imprese, attraverso la Sace della Cassa Depositi e prestiti, sottoforma di crediti fino a 5 milioni di euro garantiti dallo Stato al 90 per cento. Duecento miliardi riservati alle aziende dell’export. Venticinquemila euro cash, con immediato accredito sul conto, per artigiani (anche idraulici, falegnami ed elettricisti) e piccolissime imprese che ne facciano richiesta in banca senza nessuna istruttoria, con garanzia dello Stato, in questo caso, al 100%: per richiederli basterà  presentarsi al proprio istituto di credito con la propria partita Iva e la dichiarazione dei redditi del 2019. Nessuna procedura burocratica, nessuna lungaggine di accertamento bancario, vista la garanzia statale.


Il decreto del governo che risarcisce il mondo produttivo della serrata imposta dall’epidemia e dalla necessità di salvaguardare la salute della popolazione, a cominciare dai lavoratori, è stato firmato oggi, 6 Aprile 2020, e diventerà operativo prima di Pasqua. Così come, in questa Settimana Santa, cominceranno ad arrivare dall’Inps i 600 euro di aiuti per i disoccupati e le famiglie in difficoltà che ne hanno fatto richiesta.


Oltre alle efficaci misure di contenimento sanitarie che stanno facendo calare i contagi e gli ammalati ora il governo spara il colpo grosso degli aiuti alle imprese, grandi e piccolissime. E che colpo. Di quelli che fanno sentire i cittadini ben protetti. E le critiche sterili e disinformate del tutto fuori luogo. Come quelle che, appena finita la conferenza stampa del governo, con i provvedimenti annunciati come <senza istruttorie bancarie, ma pronto cassa> già diffondevano sfiducia per <le lungaggini bancarie> cui si sarebbero dovuti sottoporre le imprese.


La parola – disinformata- è del direttore de <La Verità> Maurizio Belpietro ospite di un talk show Mediaset, dove nessuno lo smentiva. Alla faccia dei <professionisti dell’informazione>, lo slogan con il quale le tv di Berlusconi si accreditano per rubare lettori ai social, ma facendo la stessa disinformazione. Complimenti.