PDF Stampa E-mail
Venerdì 06 Novembre 2020 21:06

Muore Gigi Proietti, un vero artista. Funerali, diretta Rai. Troppo?

 

 

 


Addio a Gigi Proietti. I funerali oggi a Roma, lutto cittadino - Speciali -  ANSA.itEra troppo simpatico, mancherà a tutti. A 80 anni, nel giorno del suo compleanno, il 2 Novembre, giorno dei morti, è morto per problemi cardiaci Gigi Proietti, un grande artista del teatro.  Nato a Leonessa in provincia di Rieti era stato adottato da Roma fin dai suoi primi passi nel mondo dello spettacolo, da giovanissimo. Ed è stata la capitale d’Italia a rendergli tutti gli onori ieri, con un corteo funebre che ha attraversato la città in lutto. Il feretro è arrivato, dopo l’omaggio del Campidoglio, fino a Villa Borghese per la cerimonia laica nel teatro in puro stile sheaksperiano da lui fondato e chiamato Globe Theatre.  Poi la messa funebre nella chiesa degli artisti a Piazza del Popolo.

 

 

Toccante l’omaggio dei tanti artisti presenti, da Brignano a Paola Cortellesi. Tutto giusto. Davvero dispiace che un altro grande mattatore delle scene, grande professionista del palcoscenico (nei suoi spettacoli riusciva a tenere il pubblico per due ore senza una sola pausa di noia), uomo divertente come pochi, aperto e socievole, grande amico di giornalisti e politici ((Veltroni che finanziò il Globe) impegnato nella cultura teatrale concretamente se ne sia andato, si spera, nel regno dei cieli. Per rendergli onore Rai1 ha mandato in onda la diretta dei funerali. Questo, forse, è stato un tantino esagerato.