PDF Stampa E-mail
Venerdì 11 Dicembre 2020 12:11

Addio Paolo Rossi, indimenticabile eroe italiano del calcio mondiale

 

 

 

 


Morto Paolo Rossi, le immagini più belle di Pablito - Cronaca -  quotidiano.netDopo una breve ma devastante malattia, addio a Paolo Rossi, indimenticabile eroe dei Mondiali dell’82, che portò la Nazionale a diventare campione del mondo, quando il pallone d’oro italiano sconfisse il Brasile di Falcao e Zico con una tripletta spettacolare, tre gol che, rivedendoli, non hanno nulla da invidiare a celebrati campioni argentini o brasiliani. Aveva 64 anni ed era nato a Vicenza, dove aveva cominciato a giocare nel Lanerossi dell’azienda di Valdagno, ai tempi in cui era ancora una squadra da serie A, per passare poi alla Juventus, dove restava, anche dopo l’uscita di scena per atavici problemi alle ginocchia, amatissimo centrocampista. Nella città veneta, sabato si terranno solenni funerali nella Cattedrale per quello che di Vicenza era diventato cittadino onorario.

 

 

<Indimenticabile> è l’aggettivo  usato anche dal presidente Mattarella nel ricordarlo, definendolo <protagonista> di rinascita nazionale, con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte (<ha regalato un sogno a intere generazioni>, ha commentato) e tutto il mondo del calcio. Altro che l’argentino Maradona, grande calciatore, ma pessimo modello umano.


Paolo Rossi (trascinato incolpevole, a 23 anni, in una vicenda di calcio scommesse per un’ingenua chiacchierata, che gli valse due anni di squalifica) era <uno di noi>, un <ragazzo italiano>, come veniva cantato da Antonello Venditti, che ha portato l’Italia ai massimi livelli calcistici ed era stato modello di semplicità e rigore, uomo dalla vita operosa e pulita, dedicata al lavoro dopo il ritiro. Da qualche anno era anche diventato stimato opinionista sportivo della Rai che gli ha giustamente dedicato lunghi e commoventi ricordi.


Come quello della moglie che ha coraggiosamente raccontato, tra le lacrime, i suoi ultimi istanti. <Stava morendo e io gli detto “vai, liberati di questo corpo, non soffrire più, penserò io alle figlie portando avanti i tuoi valori e la tua memoria. Lui si è addormentato e se ne è andato serenamente>.  Addio indimenticabile eroe italiano. Addio.