PDF Stampa E-mail
Mercoledì 12 Maggio 2021 21:26

Roma: Conte punta su Raggi. Il Pd su Gualtieri. Ballottaggi decisivi

 

 

 

 

Risultato immagine per foto conte raggiGiuseppe Conte, ex presidente del Consiglio, leader del Movimento 5Stelle, sostiene il sindaco uscente Virginia Raggi alle elezioni amministrative del prossimo Ottobre. L’accordo con il Pd per una candidatura comune al Campidoglio di Roma non è andato in porto. Enrico Letta, il segretario del Partito Democratico, candiderà Roberto Gualtieri, l’ex ministro dell’Economia del governo Conte2. Una brava persona, anche competente, che con Roma però, dove è pur nato e ha la residenza, ha perso i contatti da molti anni, avendo passato ben dieci anni alla Commissione finanze della Ue, a Bruxelles. Un ex funzionario di partito, laureato in Storia, colto e amante della musica, appartenente alle solite élites radical- chic della Capitale, che ha sviluppato grande esperienza economica in Europa, ma alquanto a digiuno di pratica amministrativa locale, addirittura di una grande capitale come Roma dove il grosso dei problemi sono le grandi e popolose periferie che Gualtieri ha poco o punto frequentato. In sostanza, chi lo conosce?

La candidatura di Gualtieri a Sindaco il Pd la porterà alle Primarie e ancora non si capisce chi sarà il concorrente, ma sembra scontato che ci proverà il campione degli “strani” politici Carlo Calenda fondatore di una minuscola formazione dal nome Azione. Tanto per far parlare di sé, si suppone.

 

Bene ha fatto, dunque, secondo i suoi estimatori, Giuseppe Conte, leader del Movimento, a sostenere con decisione la candidatura dell’attuale Sindaca, Virginia Raggi, molto popolare proprio in quelle periferie, curate dalla sua amministrazione con maggior cura dei qurtieri bene come i Parioli. Tiburtina, Casilina, Prenestina sono le grandi direttrici di queste periferie dove comitati civici collaborano con il Campidoglio e dove la sistemazione delle strade, un grande piano che ha aperto numerosi cantieri con relativa occupazione, sulla quale Raggi si è impegnata con buoni risultati, è iniziata per prima.

 

Va detto che la Sindaca 5Stelle ha lavorato e lavora molto per sistemare una città (unico neo: i rifiuti, che è però un’azienda partecipata) devastata e derubata da tutte le precedenti amministrazioni e che in cinque anni è riuscita a raggiungere il pareggio di bilancio. In più, giardini, parchi, verde cittadino vengono finalmente curati, dopo la cacciata per volontà della Sindaca dei giardinieri comunali fannulloni. Per non dire del rinnovo del parco autobus e del miglioramento dei servizi di trasporto, salvo circostanze eccezionali di traffico e ingorghi dovuti all’uso eccessivo dei mezzi privati.

 

Nulla esclude, tuttavia, che, nonostante il mancato accordo Letta-Conte, un’intesa c’è stata comunque sul ballottaggio. Vista la mancanza di candidati, al momento, di un qualche peso popolare (la candidatura Bertolaso per la Destra resta abbastanza debole) tutto si deciderà probabilmente con uno scontato ballottaggio, quando, in base ai risultati del primo turno, Pd e 5Stelle convoglieranno i propri voti verso il candidato vincente. A Ottobre si vedrà.