Il POST di Ines Libondi
PDF Stampa E-mail
Sabato 18 Settembre 2021 16:25

Green pass per lavorare, in gioco lo stipendio: ed è corsa al vaccino

 

 

 

Vaccino ai giovani: dal 16 agosto ai ragazzi tra i 12 e i 18 anni senza  prenotazione - CronacaIl passaporto vaccinale o verde o green pass (vaccinazione avviata anche con una sola dose, guarigione dal covid e vaccinazione quando necessaria, continui tamponi ogni 48 ore, giustamente, a pagamento, anche se calmierato a 8 euro per i minorenni, 15 per tutti gli altri) è diventato obbligatorio anche per lavorare. Sia nel pubblico che nel privato. Il governo Draghi dell’ammucchiata da destra a sinistra (esclusi FdI e Sinistra Italiana) ha sfornato l’ennesimo decreto legge da stato d’emergenza, provvedimenti che venivano criticati soltanto quando li faceva Giuseppe Conte, oggi capo del M5S. L’accerchiamento dei cittadini è compiuto e dà i suoi effetti, senza arrivare a un anticostituzionale obbligatorietà di cura sanitaria che sarebbe stata sconfitta dai ricorsi in Tribunale.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Sabato 18 Settembre 2021 16:16

Foglietta e Minaccioni insieme aprono a Roma lo Spazio Rossellini

 

  

 

 

Paola Minaccioni and Anna Foglietta attend the photocall of the... Foto di  attualità - Getty ImagesDomenica 26 settembre 2021 prende il via la nuova stagione culturale dello Spazio Rossellini di Roma, il polo culturale multidisciplinare della Regione Lazio, gestito da ATCL Circuito Multidisciplinare del Lazio, con un programma di attività che comprende tutte le arti performative dal vivo, progetti di residenza artistica, con una particolare attenzione alla promozione degli artisti del territorio regionale.

 

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Sabato 18 Settembre 2021 16:16

Foglietta e Minaccioni insieme aprono a Roma lo Spazio Rossellini

 

  

 

 

Paola Minaccioni and Anna Foglietta attend the photocall of the... Foto di  attualità - Getty ImagesDomenica 26 settembre 2021 prende il via la nuova stagione culturale dello Spazio Rossellini di Roma, il polo culturale multidisciplinare della Regione Lazio, gestito da ATCL Circuito Multidisciplinare del Lazio, con un programma di attività che comprende tutte le arti performative dal vivo, progetti di residenza artistica, con una particolare attenzione alla promozione degli artisti del territorio regionale.

 

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Venerdì 17 Settembre 2021 09:15

Covid, teatro in ginocchio. L’appello agli spettatori: <Sosteneteci>

 

 

 

di Giacinta Pezzana

 

 

gruppo fiori d'acciaio.jpgLa riapertura al pubblico dei teatri, come dei cinema, green pass alla mano e mascherina sulla bocca, stenta ad avviarsi con l’entusiasmo e le folle in fila come, forse, ci si aspettava e sulla quale sicuramente ci si sperava. Come se, causa paura di contagi e fastidio a dover stare ore con la mascherina blocca respiro, nonché eccesso di sfruttamento di spettacoli on line ad opera degli stessi operatori, la gente si fosse disabituata a questi appuntamenti culturali fuori casa.  A differenza delle mostre che vengono prese d’assalto (prova ne sia quella in corso alla Galleria Borghese con le opere di Damien Hirst, veri gioielli d’arte dove i visitatori sono decine di migliaia) i settori cinema e teatro se la passano ancora abbastanza male. Il cinema potrebbe risorgere con i nuovi film dei festival di Cannes e Venezia (stroncando finalmente la dittatura delle orribili opere on line), mentre il teatro ancora galleggia nell’incertezza, soprattutto per l’impoverimento popolare dovuto alla crisi pandemica che si riflette sull’insostenibilità del costo dei biglietti teatrali molto più alti di quelli del cinema e la mancanza di risorse per nuovi allestimenti. Per non dire delle costrizioni anti covid che dimezzano i posti a sedere per il pubblico. L’allarme lanciato da Alessandro Longobardi, patron dei teatri Sala Umberto e Brancaccio di Roma, in occasione della presentazione della stagione teatrale 2021-2022, è un evidente grido di dolore. Che batte cassa.  

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Venerdì 17 Settembre 2021 09:15

Covid, teatro in ginocchio. L’appello agli spettatori: <Sosteneteci>

 

 

 

di Giacinta Pezzana

 

 

gruppo fiori d'acciaio.jpgLa riapertura al pubblico dei teatri, come dei cinema, green pass alla mano e mascherina sulla bocca, stenta ad avviarsi con l’entusiasmo e le folle in fila come, forse, ci si aspettava e sulla quale sicuramente ci si sperava. Come se, causa paura di contagi e fastidio a dover stare ore con la mascherina blocca respiro, nonché eccesso di sfruttamento di spettacoli on line ad opera degli stessi operatori, la gente si fosse disabituata a questi appuntamenti culturali fuori casa.  A differenza delle mostre che vengono prese d’assalto (prova ne sia quella in corso alla Galleria Borghese con le opere di Damien Hirst, veri gioielli d’arte dove i visitatori sono decine di migliaia) i settori cinema e teatro se la passano ancora abbastanza male. Il cinema potrebbe risorgere con i nuovi film dei festival di Cannes e Venezia (stroncando finalmente la dittatura delle orribili opere on line), mentre il teatro ancora galleggia nell’incertezza, soprattutto per l’impoverimento popolare dovuto alla crisi pandemica che si riflette sull’insostenibilità del costo dei biglietti teatrali molto più alti di quelli del cinema e la mancanza di risorse per nuovi allestimenti. Per non dire delle costrizioni anti covid che dimezzano i posti a sedere per il pubblico. L’allarme lanciato da Alessandro Longobardi, patron dei teatri Sala Umberto e Brancaccio di Roma, in occasione della presentazione della stagione teatrale 2021-2022, è un evidente grido di dolore. Che batte cassa.  

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 252