PDF Stampa E-mail
Sabato 18 Gennaio 2014 11:35

La Dolce Vita negli scatti di Carlo Riccardi

 

 

Artisti, volti noti del mondo dello spettacolo, grandi firme della fotografia e appassionati del genere. Tutti hanno festeggiato con calore la carriera di Carlo Riccardi uno dei maestri di “scatti” della dolce vita romana. L’evento, organizzato da Monica Mabelli e dall’archivio che porta il nome del fotografo dei divi si è svolto con successo nel nuovo spazio del Billions di Settebagni a Roma dedicato alle iniziative culturali, dove è stata allestita la mostra “Flash di vita” dedicata agli anni d’oro della mondanità nella capitale.

 

 

 

Alla serata hanno partecipato volti noti del giornalismo, dello spettacolo e del jet set romano, tra cui l’attrice Monica Scattini protagonista del nuovo film di Giovanni Veronesi “Una donna per amica” che uscirà nelle sale il 27 febbraio, l’attore Ennio Drovandi, Nadia Bengala ex miss Italia, la conduttrice Antonella Salvucci, Francesco e Fabrizio Ceccarelli “i gemelli” di Chiambretti night ed i migliori anni”, e tanti altri. Riccardi nel corso della serata ha ricevuto il premio alla carriera, creato per l'occasione dallo scultore partenopeo Giancarlo Frulio.

 

Dice Monica Mabelli: <Carlo Riccardi, fotografo, pittore, poeta, in 60 anni di lavoro è riuscito a descrivere un’epoca, momenti che appartengono ad un archivio storico, che raccontano quadri e personaggi di una Roma che sintetizza la ripresa della vita, in un Italia martoriata dalla guerra, che si avvia a vivere attraverso il cinema ed il boom economico un inatteso benessere>.

 

In quegli anni, spiega ancora una delle più affermate organizzatrici di eventi della capitale, <Riccardi con il suo sorriso, la sua spontaneità e la sua simpatia, che fanno di lui un personaggio amatissimo e stimato da tutti, è sempre in prima fila in cerca dello scoop, il fatto, la notizia eclatante. Attraverso il suo obbiettivo crea un’ immagine unica e perfetta. Rossellini, Fellini, Visconti, De Sica, Sophia Loren, Gina Lollobrigida, Anna Magnani, Totò, Mastroianni e molti altri sono stati immortalati da uno scatto di Carlo Riccardi. Definito paparazzo numero uno, fotografo prediletto di Fellini e di Flaiano, il primo a riprendere Greta Garbo>.

 

Nel corso della festa hanno preso la parola alcuni amici storici del fotografo tra cui Maurizio Ayò, Vittorio Esposito, Paolo Musumeci e Gilberto Casciani, che con lui hanno attraversato questi 60 anni di storia. <Ricordiamo l'importanza dell’immensa documentazione raccolta da Riccardi e la sua immancabile presenza a tutti gli eventi che hanno scandito l'ultimo mezzo secolo di vita italiana. Vogliamo anche sottolineare la semplicità, la professionalità e la serietà che gli hanno fatto meritare il posto tra i più grandi fotografi della storia>.