Il POST di Ines Libondi
PDF Stampa E-mail
Martedì 30 Marzo 2021 16:22

Umanità sempre meno intelligente, grazie alle tecnologie

 

 

 

di Alessandro Fieramonte

 

 

 

Gli scienziati che se ne occupano sono sicuri: il quoziente d’intelligenza dell’umanità è in calo rispetto dieci anni fa, anno più anno meno. Vuoi per la diffusione di uso dell’hashish tra i giovanissimi, vuoi per l’esplodere delle tecnologie digitali, l’intelligenza umana sembra perdere la competizione con quella artificiale, sulla quale il volume di investimenti è ormai altissimo a tutto danno di quelli sugli stimoli al rafforzamento di quella umana. <Uno degli esempi più lampanti di quanto poco la nostra epoca si preoccupi dell’intelligenza – afferma Paolo Ercolano, professore di Filosofia all’Università di Urbino -  è dato dall’hashish. Legalizzarlo sì, legalizzarlo no, un favore alla malavita, però lenisce le sofferenze dei malati terminali (vero), placa l’ansia (vero solo in alcuni casi). Nessuno, però, che si concentri sull’unico effetto accertato: i danni provocati al cervello, in particolare la riduzione del volume della materia grigia orbito-frontale, in molti casi con un riscontrato calo del quoziente intellettivo>.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Lunedì 29 Marzo 2021 18:35

Tra economia e arte, l’artista dipinge cent e si reinventa cambiavalute

 

 

 

 

 

GB Group, Quadro in Espansione, bronzini,  2020.jpgChi sopporta più quelle monetine di irritante nickel da 1, 2, 5 centesimi che appesantiscono le tasche e danneggiano la pelle? Bloccat a la produzione dal 2019 di 1 e 2 cent dal 2019 continuano la loro circolazione infruttuosa dato che persino i mendicanti li rifiutano. Certo, raccolta una decina di quelle minuscole monete si arriva a un tuttora preziosissimo euro (circa duemila delle vecchie lire), ma non solo il problema poi è smerciarli, ma resistere alla tentazione di abbandonarle da qualche parte via via che si ricevono è difficile, senza rendersi conto che si stanno appunto buttando via dei soldi. Ora a renderle utilizzabili in modo più “pulito” ci pensano gli artisti e i mercanti d’arte, in versione cambiavalute, con il progetto Bronzini, ideato e curato dal GB Group (fondato da Giordano Boetti Raganelli, Leonardo Gualco e Alessandro Giacobbe) in collaborazione con Sala 1, mettono in mostra Opere/Performance del duo artistico LU+PA (Lulù Nuti e Pamela Pintus) e  Pietro Ruffo . Dal 7 Maggio al 31 luglio 2021. Dal martedì al sabato, dalle 16.30 alle 19.30.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Martedì 23 Marzo 2021 19:55

Reparti covid: parenti fuori, dentro i giornalisti della tv del dolore

 

 

 

di Al. Fi.

 

 

Risultato immagine per foto cronisti in rianimazioneIl covid è una brutta bestia. Orami è chiaro. Anche per chi guarisce, visto che lascia danni difficili da eliminare o provoca altre malattie in organismi sani prima di contrarre il  e pericoloso virus. Grazie alle cronache quotidiane oggi sempre di più sono coloro che ne prendono coscienza. Soprattutto le riprese televisive. Le immagini delle terapie intensive dei primi giorni del diffondersi della pandemia e le interviste drammatiche ai malati hanno sortito il loro effetto sconvolgente, contribuito certamente alla presa di coscienza della gravità della situazione. Ora, però, è il momento di riflettere e magari dire basta.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Martedì 23 Marzo 2021 19:48

Si torna a teatro con il Cafè Chantant di Napoli. In video   

 

 

 

pandimiglio.jpgDopo il video La voce del silenzio, arriva sul web un nuovo videoclip che vede protagonista l’attrice Donatella Pandimiglio. Titolo del progetto è 'A Primmadonna, brano di Russo-Valente. La regia è affidata a Saria Cipollitti. L’opera celebra la Giornata Internazionale della Felicità, che cade il 20 Marzo,in modo divertente e scanzonato. L’atmosfera del brano infatti richiama al repertorio brillante del varietà.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Giovedì 18 Marzo 2021 17:56

La Ue sbaglia i contratti, Draghi blocca Astrazeneca: casino vaccini

 

 

 

di Giacinta Pezzana

 

 

 

Risultato immagine per foto vaccinazioneDopo una trentina di morti in tutta Europa su 17 milioni di vaccinati (lo 0,05%), prima ancora che si accerti se c’è un rapporto causa effetto tra vaccino Astrazeneca e infarti o trombosi (in alcuni già smentita) e che ci sia la seconda valutazione da parte dell’Agenzia europea del farmaco (Ema), il divino presidente del Consiglio Mario Draghi, nel silenzio della sua stanzetta, blocca l’utilizzo di quel siero mettendo a grave rischio l’intera campagna di vaccinazione contro il pericolosissimo coronavirus, covid 19. E lo fa senza spiegarne il perché e smentendo le stesse autorità regolatorie europee e italiane che avevano appena rassicurato sulla validità del vaccino e sulla esiguità dei casi di morte, probabilmente del tutto casuali. Gravissimo errore. Altro che governo dei migliori.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 242