Il POST di Ines Libondi
PDF Stampa E-mail
Martedì 12 Maggio 2020 09:12

Silvia liberata: ora sono fedele al Corano. E i barbari si scatenano



di Chiara Circe



Silvia Romano arriva in Italia col velo islamico, si è convertita ...L’unica notizia seria e meritevole di essere diffusa è la liberazione di una ragazza italiana di 23 anni, volontaria per la cooperazione umanitaria in Kenia, rimasta per un anno e mezzo ostaggio di un gruppo di terroristi islamici somali, noti con il nome di Al-Shabab, gruppo limitrofo all’Isis. Silvia Romano, giovane milanese, grazie al lavoro dell’intelligence italiana e, particolare importante, ai servizi segreti turchi (quelli da sempre sospettati di aver favorito l’ingresso dei terroristi islamici in Siria e Iraq) è tornata finalmente a casa dopo lunghissimi e angoscianti mesi in cui nulla si sapeva della sua sorte. Vedere la giovane scendere dall’aereo e riabbracciare, nel giorno della festa della mamma, tra le lacrime di gioia la madre, il padre e la sorella è stato un momento emozionante per tutti. La gioia è esplosa soprattutto nel quartiere di Milano dove Silvia abita e dove tutti la conoscono come una brava e forte giovanissima votata ad aiutare i più deboli tra i deboli, i bambini dei villaggi africani più poveri. La storia al momento del sequestro, 18 mesi fa, aveva commosso l’Italia intera e così sembrava dovesse essere al momento della liberazione. Sembrava ovvio che la notizia si sarebbe fermata lì, ferma restando l’attenzione sull’indagine della magistratura per conoscere i particolari. E invece.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Martedì 12 Maggio 2020 09:03

La cultura non si arrende, spazi d’arte aperti con libri e social

 

 


SALA 1 ~ Centro Internazionale d'Arte Contemporanea ~ RomaL’arte cerca sempre più spazi “virtuali” e letterari. Come le gallerie e gli spazi artistici che restano aperti grazie a libri e social. Con “Sala 1 Mémoires” (ed. Gangemi, 2007), ad esempio, la galleria romana, chiusa per la quarantena da Corona virus, propone un percorso della sua storia giorno per giorno, visibile sulla pagina FB e Instagram della Sala 1 e l’edizione di un libro. Il progetto, iniziato a marzo 2020, proseguirà anche nei prossimi mesi, finchè Sala 1 non riaprirà al pubblico.  “Mémoires” illustra l’attività dello spazio d’arte dalla fine degli anni Sessanta al 2007, con foto, testi, programmi e date che hanno reso Sala 1 una delle gallerie italiane pioniere dell’arte contemporanea sperimentale...e forse, sostengono i curatori, <la più longeva>.


Sala 1 - Centro Internazionale d'Arte Contemporanea

Piazza di Porta San Giovanni, 10 - 00185 - Roma

Tel. 06 7008691 - 339 2397762

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Website: www.salauno.com

Fb: Sala 1 - Centro Internazionale d'Arte Contemporanea

Instagram: @Sala1galleria

 
PDF Stampa E-mail
Giovedì 30 Aprile 2020 12:00

<Le proteste di parrucchieri e ristoranti? Mi fanno solo arrabbiare>

  

  

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

  

  

Gentile redazione,

 

 

Risultato immagine per foto parrucchieriaffido a voi, impegnati a fare informazione e contro informazione, questo sfogo dopo aver visto in tv le manifestazioni di parrucchieri e ristoratori che, poverini, protestano per la chiusura protratta fino al 1 Giugno. Sono rimasta allibita. Davvero piangono miseria queste categorie tra le più costose e quindi le più dotate di bei conti in banca? Capisco i barbieri di paese (o quelli cinesi che onorabilmente tacciono) che fanno una piega con dieci euro e 25 (già tantissimi rispetto al costo vivo) per il cosiddetto colore. Per loro e i propri collaboratori, se regolarmente contrattualizzati (e non lo sono quasi mai) ci sono i sussidi del governo. In ritardo o meno, li avranno. La quantità di aiuti solidali per cibo e medicine (cos’altro devono fare?) da parte di Comuni e associazioni benefiche, la sospensione dei mutui, i contributi o per gli affitti e le tante agevolazioni fanno il resto. Ma qui stiamo parlando anche di tutti quelli, la maggior parte nelle grandi città, i più vocianti, che prendono 30 euro, quando va bene, per una tagliatina e se si aggiunge un po’ di “ricrescita” grigia alle tempie, si arriva a pagare anche a 100-120 euro. E quanti ci pagano le tasse? Pochi. La ricevuta è rarissima. Dovrei avere pietà della categoria dei parrucchieri, i più specializzati in evasione fiscale spinta a vantaggio di rispettabili conti in banca.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Mercoledì 29 Aprile 2020 09:33

Covid, senza cautela 150mila malati gravi. E’ questo che si vuole?

 

 


di Agnese Blondì

 

 


Coronavirus, quanti posti di terapia intensiva a Catania? - QdSLa notizia è sconvolgente. I dati scientifici (non soltanto italiani) dicono che se non si procedesse con la cautela del governo Conte entro i primi giorni di giugno i posti occupati in terapia intensiva diventerebbero 150mila. Con un virus ringalluzzito e potenzialmente più feroce sarebbe il genocidio. Altro che i tre milioni di contagiati nel mondo e i 350mila morti che diventeranno presto almeno mezzo milione. L’Italia soltanto, resa interamente zona rossa, ne denuncerebbe oltre centomila che al confronto il terremoto più devastante sarebbe una bazzecola. Si vuole rischiare questo?  <Fossi nel presidente del Consiglio ci manderei tutti in malora. Invece di ringraziare lui e tutti quelli che lo aiutano a capire la situazione per la protezione che intende darci, lo criticano per quattro sciocchezze. Volete uscire, aprire i negozi, fare le feste, viaggiare, andare dove vi pare? Direi: ok. Liberi tutti. Ma non vi azzardate a venire in ospedale se vi ammalate di coronavirus, né di chiedere di essere attaccati a un respiratore. Sarete stati voi a volervi suicidare>. Basta vedere quello che è successo a Napoli dopo l’allentamento delle misure per l’attività motoria. Il lungomare si è riempito di folla e tutta la distanza è andata a farsi benedire. E’ questo che si vuole? Pazzie. Tanto è vero che le autorità locali, con l’autonomia che gli è concessa per adattarsi alle situazioni specifiche del territorio, hanno dovuto vietare di nuovo tutto.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Mercoledì 29 Aprile 2020 09:29

Il Primo Maggio la magia entra nelle case degli italiani. Gratis

 

 

 


Supermagic InfinitoIl teatro non si ferma ed entra in casa degli italiani. In questo momento così difficile è Supermagic che vuole aiutare tutti a trascorrere il tempo con un pizzico di magia e fantasia, facendo entrare i più grandi illusionisti del mondo direttamente nelle nostre case. Due le iniziative per tutta la famiglia. Gratis.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 16 di 242