Il POST di Ines Libondi
PDF Stampa E-mail
Domenica 06 Giugno 2021 11:42

Condanne Ilva, oltre 20 anni ai Riva. Si aspetta con ansia l’Appello

 

 

di Gi.Co.

 

 

 

Risultato immagine per foto ilvaLe condanne sono state pesantissime, ma per i cittadini di Taranto che hanno visto morire figli, genitori, amici e familiari per i veleni di quella fabbrica, contano fino a un certo punto. Sapere che pende sul capo dei fratelli Riva e altri 24 tra dirigenti, funzionari pubblici, politici, la galera è una soddisfazione a metà. I giudici (tutte donne) della Corte di Assise di Taranto hanno inflitto 280 anni di carcere complessivi a tutti coloro che consapevolmente, per avidità e menefreghismo, hanno avvelenato la città con i fumi carichi di diossina e piombo facendo tante vittime anche tra bambini e ragazzi come è stato dimostrato dalle perizie sanitarie, contaminando le acque del mare, pesci e molluschi e tutti i terreni agricoli dove brucano pecore e mucche da latte. Uno scempio ambientale e assassino che è stato riconosciuto dopo quindici anni di battaglie di comitati e cittadini di Taranto colpiti duramente negli affetti per i morti di tumori e malattie polmonari incurabili.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Lunedì 31 Maggio 2021 12:33

CO2, inceneritori e magari nucleare: il piano green (?) di Draghi 

 

 

di Rocky

 

 

Risultato immagine per foto trivelleIl dubbio che la “rivoluzione verde” del governo Draghi nelle mani del “grillino” Stefano Cingolani sia davvero tale ci sta tutto. Lo ha avanzato con dovizia di ragionamenti Gianni Barbacetto (<Nel governo Draghi un grande equivoco verde>) e sarà difficile dargli torto stando, almeno, ai fatti. Restando incomprensibile come abbia fatto Beppe Grillo a spingere per la nomina di un personaggio dai meriti non proprio “verdi” a ministro della Transizione ecologica (qualcuno avanza l’idea dell’equivoco nominale, dato che la generica parola “transizione” si può intendere in ogni senso, anche verso il peggio), i programmi che Cingolani ha diffuso per usare i soldi europei sono sempre lo stesso favore ai grandi gruppi del petrolio e del gas con novità ancora più inquietanti: il ritorno del nucleare e degli inceneritori, da mettersi quasi quasi in giardino.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Lunedì 31 Maggio 2021 12:26

Draghi, ancora una nomina tra compagnucci: Scannapieco alla CDP

 

 

In.We.

 

 

 

Risultato immagine per foto mario draghiIl potere gestito da Draghi ha risvolti quasi ridicoli. Dimenticate, o voi aspiranti manager italiani dell’impresa internazionale  essere presi in considerazione dal governo del banchiere che mise in svendita i gioielli industriali italiani pubblici pur di favorire le imprese private anche straniere. Dimenticate preparazione, studi, esperienza, curriculum, pulizia di intenti. Se non avete studiato al liceo Massimo di Roma gestito dai Gesuiti o non vi siete laureati alla Luiss della Confindustria, a copioso pagamento, non avete nessuna speranza di mettervi al servizio del Paese e gestire con spirito di indipendenza qualche settore della vita economica. Le nomine di Draghi il Migliore (in senso di affossatore della partecipazione democratica alla gestione della cosa pubblica) sono ben circoscritte, in omaggio a uno spoyl system talmente circoscritto ai propri rapporti personali da rasentare l’interesse privato. Chi è stato chiamato a dirigere la Cassa Depositi e Prestiti, infatti? Ma naturale: il suo compagno di classe al suddetto liceo, Dario Scannapieco che segue la eletta della stessa scuola Elisabetta Belloni a capo dei servizi segreti. Dopo aver cacciato, s’intende Gennaro Vecchione, nominato da Conte, senza spiegazione di sorta.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Sabato 29 Maggio 2021 19:21

Bombe su Gaza, l’Onu accusa Israele di crimini di guerra.

 

 

di Alessandro Fieramonte

 

 

Risultato immagine per foto gazaNell’indifferenza della stampa italiana e nei governi occidentali pronti a schierarsi con il ricco e potentissimo governo israeliano in difesa dei palestinesi oppressi e uccisi da bombardamenti crudeli su Gaza<con l’intenzione di terrorizzarli> si è mossa ancora una volta l’Onu, l’Organizzazione delle Nazioni Unite mettendo sotto accusa Israele per <crimini di guerra>. Era ora.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Sabato 29 Maggio 2021 19:17

Le stragi di Genova e Stresa, ecco lo squallore dell’impresa italiana 

 

 

di Chiara Circe

 

Risultato immagine per foto strage funivia stresaOra che sono finiti in galera piangono e si disperano con lacrime di coccodrillo e accusandosi l’un altro. I responsabili della tragedia della funivia del Motterone sul Lago Maggiore, a Stresa, provincia di Verbania, Regione Piemonte, che ha fatto 14 morti, cercano pietà, la stessa che non hanno avuto quei vacanzieri spensierati che si sono affidati, pagando il passaggio, al loro mezzo di trasporto sbandierato come rapido e sicuro che si è rivelato la propria tomba. Perché il tecnico dell’impianto, mal funzionante, aveva staccato il freno d’emergenza che, con la rottura del cavo cui era appesa la cabina, avrebbe invece salvato quelle povere vite ignare di essere in mani incoscienti. Lo ha fatto d’accordo con il gestore e il dirigente della manutenzione, che negano, per non perdere gli incassi della riapertura post-covid il 26 aprile scorso, dice, confessando la tragica leggerezza. Ora lui è agli arresti domiciliari, loro sono liberi, ma restano l’emblema di un capitalismo di avidi irresponsabili molto diffuso e tanto vergognosamente osannato e sostenuto.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 250